Le notizie su ACEN 110

SISMABONUS 110%, SANABILE LA MANCATA ATTESTAZIONE DI CONGRUITÀ DELLA SPESA

Prossimo Webinar gratuito con il Direttore di Legislazione Tecnica, dott. Dino de Paolis e l’Ing. Cristian Angeli: "Sismabonus pratico: dalla valutazione all’intervento" il 13/07/2021 - Iscriviti qui https://my.demio.com/ref/bFreRbetrBXx5oh2

Previsti CFP per i professionisti tecnici

 

 

Con la risposta all'interpello 410/2021, l’Agenzia delle entrate ha fornito importanti chiarimenti con riferimento alla fruibilità del c.d. “Super-Sismabonus”.

 

LA VICENDA - Nel caso di specie, l'istante aveva presentato in data 27 agosto 2020 una SCIA e aveva allegato alla documentazione presentata anche l'asseverazione delle classi di rischio sismico in conformità all'Allegato B, secondo un modello non aggiornato.

Infatti, l'art. 2 del D. Min. Infrastrutture e Trasp. 06/08/2020, n. 329, entrato in vigore il 7 agosto 2020, ha modificato l'Allegato B del D. Min. Infrastrutture e Trasp. 28/02/2017, n. 58 (contenente il modello relativo all'asseverazione del progettista). 

Dette modifiche, allo scopo di adeguare il tutto alle agevolazioni del c.d. “Super-Sismabonus”, avevano previsto la revisione della modulistica per l’attestazione del rischio sismico prima e dopo gli interventi, introducendo:

- nell’Allegato B, l’attestazione della congruità delle spese e del possesso della polizza assicurativa di cui all’art. 119 del D.L. 34/2020, comma 14;

- l’Allegato B-1 (Attestazione del direttore dei lavori);

- l’Allegato B-2 (Attestazione del collaudatore statico).

L’istante aveva presentato una documentazione priva della dichiarazione relativa alla congruità delle spese e del possesso della polizza assicurativa, facendo riferimento al previgente modello previsto dal D. Min. Infrastrutture e Trasp. 28/02/2017, n. 58.

 

LA RISPOSTA DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE – L’Agenzia delle entrate - dopo aver analizzato la questione, ripercorso l’evoluzione normativa e citato anche quanto affermato dalla Commissione di monitoraggio sul Sismabonus istituita presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici (parere del 2 febbraio 2021, RU n. 0031615) – ha ribadito che l'attestazione di congruità delle spese, inserita nell'Allegato B, risponde ad una semplificazione degli adempimenti e, conseguentemente, la mancanza della stessa al momento in cui è stata presentata la pratica edilizia non dovrebbe pregiudicare l'accesso al Superbonus.

Nell’interpello viene ricordato che ai fini del Superbonus, per gli interventi antisismici, i professionisti incaricati della progettazione strutturale e della direzione dei lavori delle strutture attestano la corrispondente congruità delle spese e l’asseverazione è rilasciata sia prima che al termine dei lavori e/o per ogni stato di avanzamento dei lavori.

Ripercorrendo quindi quanto previsto dal D.L. 34/2020, l’Agenzia delle entrate ha affermato che è possibile beneficiare del Superbonus purché l'attestazione della congruità delle spese prevista nel nuovo Allegato B, insieme agli altri modelli, venga prodotta entro la fine dei lavori (tali moduli sono disponibili per il download nel formulario di Legislazione Tecnica: https://www.legislazionetecnica.it/formulario).

Hai un progetto da realizzare? Contattaci per richiedere una consulenza

Ristrutturare casa

Registrati ad Acen 110 per

  1. inviare una manifestazione di interesse a effettuare lavori
  2. ricevere documentazione integrativa
  3. inviare quesiti
  4. scoprire se l'intervento rienta nei Superbonus